Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

La Skincare – di cosa si tratta e consigli utili

A quanti di voi sarà capitato di riscontrare dei problemi con la pelle del viso e non sapere come comportarsi?

Prendersi cura del proprio corpo è altrettanto importante come “nutrire” la propria mente, d’altro canto anche gli antichi latini usavano dire “mens sana in corpore sano”. E la pelle, che ricopre l’intera superficie corporea, riveste una particolare importanza. Quindi, senza pretesa di esaustività, ecco alcuni consigli utili.  

Uno dei principali modi con cui possiamo prenderci cura della nostra pelle è la Skincare. È un processo di pulizia del viso che si effettua quotidianamente: la mattina dopo essersi svegliati e la sera prima di andare a dormire.

La parola skincare, difatti, significa “cura della pelle”

Occorre, però, tenere a mente che esistono differenti tipi di pelle che si adattano a diversi prodotti.

Gli stessi prodotti skincare non sempre sono utilizzabili su tutti i tipi di pelle e, se non si tengono in considerazione le diverse esigenze cutanee, la pelle potrebbe risentirne.

In particolare, se usassimo dei prodotti non adatti al nostro tipo di pelle, non otterremmo il risultato sperato o rischieremo perfino di danneggiare la nostra pelle.

Quante volte ti sarà capitato di aver usato un prodotto sbagliato sulla tua pelle? O di non aver rispettato i corretti passaggi?

Per tale motivazione, oggi, indagheremo sui vari tipi di pelle, su alcune abitudini sbagliate e sui giusti procedimenti per una buona ed efficace skincare.

I vari tipi di pelle del viso sono:

  • Normale
  • Secca
  • Grassa
  • Mista
  • Sensibile/delicata.

Come già ribadito, ogni tipo di pelle ha esigenze diverse e, dunque, i passaggi non cambiano ma ciò che si differenziano sono le componenti. 

Ad esempio, nelle maschere viso, ingredienti come l’argilla sono più adatte per pelli grasse, mentre l’acido ialuronico per quelle normali/secche, poiché ognuna ha un’azione diversa dall’altra.

La pelle mista non è altro che una pelle con zone contenenti esigenze cutanee differenti; ad esempio, spesso troviamo casi con la zona T grassa e la restante parte secca.

La pelle può anche riscontrare esigenze diverse in base alla stagione in cui ci troviamo o, in generale, al cambiamento climatico.

Per quanto riguardano le abitudini sbagliate, spesso commettiamo l’errore di toccarci spesso il viso: quest’ultimo è uno dei più comuni, in quanto riportiamo diversi batteri in grado di danneggiare o sporcare la nostra pelle causando irritazioni, brufoli e quant’altro.

Altri più comuni possono essere quello di lavare il viso spesso, non struccarsi la sera, scoppiare i brufoli e non applicare la crema solare, quest’ultima è importante per evitare macchie, ustioni, eritemi solari o danneggiamenti della pelle che nei casi più gravi possono comportare la comparsa di tumori della pelle. Per tale ragione, è necessario farsi controllare periodicamente dal dermatologo, soprattutto se sono presenti nel corpo.

Come ultima cosa, ecco qui i giusti passaggi per effettuare una corretta skincare.

Mattina:

Sera:

Non è fondamentale effettuarli tutti, gli unici necessari sono tre: detergere il viso, applicare una crema viso e, la mattina, la crema solare. Seguendo alcune semplici regole e abitudini, nel giro di poco tempo potrete notare degli effettivi miglioramenti. Ovviamente, in caso di problemi, si ribadisce l’importanza della visita dermatologica.

Marika Sgroi

Studentessa 4F Emilio Greco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.