Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

Retro game

Il fenomeno dei videogiochi nasce e si sviluppa negli anni 80 alla pari della cultura pop, della fantascienza e del cinema e della musica. 

Il mercato dei videogiochi è stato da sempre tra i più fiorenti dell’industria del tempo libero, le grandi case produttrici americane e giapponesi come Sega, Mattel, IBM, Atari e Nintendo, cominciarono inizialmente a lanciare videogames cosiddetti “da bar” che intrattenevano giovani, e non solo, investendo soltanto una semplice moneta ; ma da lì a poco tempo ci fu una vera e propria rivoluzione che vide l’arrivo dei videogiochi “domestici” fino ad arrivare alla nascita dei games portatili (come il Game Boy), sempre più all’avanguardia sia nella prestazioni grafiche che sonore. Fra i titoli più rappresentativi del mondo dei videogiochi, non possiamo certo dimenticare di menzionare Pac Man, gioco a più livelli che nel lontano 1980 fece impazzire il mondo; Non da meno Tetris, Donkey Kong o il mitico Super Mario Bros che a tutt’oggi rappresentano l’eccellenza in questo settore. 

Oggi come allora, le componenti essenziali per non annoiare un videogiocatore sono: il divertimento, l’infinità dei livelli che lo spingono a superare se stesso e soprattutto la semplicità dell’obiettivo da raggiungere ……sarebbe bello se anche la vita potesse avere sempre questi tre ingredienti e se anche questa si potesse giocare comodamente seduti alla propria console.

Francesco Lui

Studente Marconi-Mangano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.