Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

Due giovani studenti romani creano un sito on line per DSA. Innovative Mappe Concettuali per l’apprendimento.

Si chiamano Giuseppe e Pietro Silvio Cipolla i due giovani studenti ( in psicologia e in giurisprudenza) e fratelli originari di Roma che hanno inventato la DSA Study Maps . Una piattaforma on line di mappe concettuali  destinata agli studenti con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), come dislessia, discalculia, disortografia disgrafia, e con Bisogni Educativi Speciali (BES). Particolarmente utile anche agli insegnanti di sostegno, per seguire un percorso condiviso con lo studente. Le mappe concettuali sono suddivise per materie dei piani di studio delle scuole superiori: lettere, storia, matematica, scienze, latino, storia dell’arte, diritto, inglese.

L’idea di questa piattaforma on line è nata alle scuole superiori dall’esperienza personale da studenti DSA . Durante il lockdown, hanno caricato sul web tutto il materiale prodotto durante i loro anni di studi. Da qui è iniziata l”esperienza di Dsa Study Maps.

Fonte immagine: la Repubblica

Giuseppe in un’intervista rilasciata a ” La Repubblica” dichiara : “Il progetto nasce dall’esigenza di avere un metodo di studio specifico per compensare determinate carenze o difficoltà, mi riferisco sia ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento sia ai tanti altri Bisogni Educativi Speciali. Soprattutto in questi casi l’utilizzo delle mappe concettuali è fortemente indicato, sono misure ‘compensative’ importanti, che possono essere utilizzate per ricapitolare i concetti chiave durante le lezioni, le interrogazioni, i compiti e gli esami. La mappa è uno strumento che serve per comprendere, studiare, ripassare e anche per esporre al momento decisivo la propria conoscenza secondo uno schema ordinato, oppure per recuperare con un colpo d’occhio alcuni termini e avere quindi una scioltezza nell’esposizione più adeguata”. […….]

“Il nostro sito ha un pubblico veramente eterogeneo, principalmente sono ragazzi e professori in ugual misura” racconta Pietro. “Molti insegnanti ci scrivono dicendo che caricano le mappe su classroom, oppure le condividono sullo schermo durante la spiegazione online, sicuramente è un’ottima soluzione durante la DAD. Molti professori le mandano ai ragazzi con BES, altri ancora le inviano a chi è rimasto indietro per un motivo o per l’altro. Ci sono poi genitori, centri studio, insegnanti di sostegno. E siamo lietissimi di questo risultato perché conferma che la mappa concettuale è un valido strumento per tutti”. ( cit. La Repubblica).

Fonti: La Repubblca – DSA Study Maps

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.