Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

Seoul da visitare : Porta Sungnyemun (Namdaemun – Porta Sud)

Porta Sungnyemun

Sungnyemun, o “Porta delle cerimonie eccelse”, è la porta sud dell’antica cinta muraria della fortezza che fu costruita per proteggere la capitale (l’attuale centro di Seoul) di Joseon. È la più grande delle antiche porte della fortezza ancora in piedi in Corea oggi ed è stata designata come Tesoro nazionale n. 1 nel 1962. L’edificio in legno in stile padiglione che forma la parte superiore del cancello è stato gravemente danneggiato da un incendio doloso nel febbraio 2008, ma è è stato riportato alla sua forma originale dopo un progetto di restauro su vasta scala che ha richiesto cinque anni per essere completato.

Il cancello è spesso associato al grande complesso di negozi che si sono formati intorno ad esso, incluso un mercato tradizionale che è diventato costantemente una grande attrazione turistica. La zona è sempre piena di acquirenti coreani e internazionali che cercano di acquistare vestiti, stoviglie, elettrodomestici e altri prodotti offerti a prezzi ragionevolmente bassi nonostante la loro buona qualità. Molti dei negozi che operano nella zona gestiscono le proprie fabbriche per mantenere prezzi competitivi dei prodotti in cui trattano.

Il mercato di Namdaemun ospita attualmente oltre 9.300 negozi e attrae oltre 500.000 acquirenti al giorno. Ha formato un’enorme rete commerciale internazionale di mercanti coreani sparsi in tutto il mondo, che spendono e guadagnano una grande quantità di denaro attraverso importazioni ed esportazioni.

Porta Heunginjimun ( Porta Est )

Seoul, capitale della dinastia Joseon, era protetta da un lungo muro di pietra con otto porte, due delle quali, Sungnyemun (Namdaemun o Porta Sud) e Heunginjimun (Dongdaemun o Porta Est), possono ancora essere visto oggi. La prima, letteralmente “Porta delle cerimonie esaltate”, è famosa per essere il tesoro nazionale coreano n. 1, mentre la seconda, Heunginjimun, è l’unica delle otto porte della fortezza protette da un muro semicircolare di guardia.

Fonte: Istituto Culturale Coreano

https://italia.korean-culture.org/it/246/korea/47

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.