Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

Per l’OCSE gli studenti sudcoreani tra i primi posti in matematica, scienze e lettura.

Protagonisti della quarta rivoluzione industriale per intelligenza artificiale, elettronica, computer, internet e big data.

 I coreani considerano l’istruzione molto importante. Nel processo di industrializzazione, le risorse umane sono emerse come un fattore importante in connessione con la necessità di far fronte in modo più efficiente allo scarso capitale e alle risorse. Il fervore dei genitori per l’istruzione dei propri figli ha portato alla produzione di un gran numero di persone ben istruite, che a sua volta hanno aiutato il Paese a raggiungere una rapida crescita economica. Il sistema scolastico di base è composto da scuola dell’infanzia (da 1 a 3 anni), scuola elementare (6 anni), scuola media (3 anni), scuola superiore (3 anni) e università. Ci sono anche junior college (2 o 3 anni) e scuole di specializzazione (per master e dottorati di ricerca).

Dal 2004, tutti i sudcoreani sono tenuti a finire la scuola media con l’istruzione obbligatoria. Dal 2013, il governo fornisce assegni per l’assistenza all’infanzia a tutti i bambini di età inferiore ai cinque anni. In questa competizione internazionale per studenti delle scuole medie e superiori che comprende matematica, fisica, chimica, biologia, astronomia e informazione, i sudcoreani registrano un buon punteggio ogni anno.

Grazie a un buon sistema e all’alta considerazione per l’istruzione, il Paese ha molte persone qualificate praticamente in tutti i settori. Le università coreane producono giovani talentuosi specializzati nelle scienze di base, inclusa la fisica, e in altri settori importanti, come l’elettronica, l’ingegneria meccanica, la gestione aziendale, l’economia e la contabilità. Molti adulti istruiti possono farsi capire in inglese, con alcuni di loro che parlano un’altra lingua straniera. Attualmente, la diffusa disponibilità di sessioni di formazione professionale nelle scuole superiori aiuta gli studenti a ottenere qualifiche in aree di specializzazione.

Secondo il Programma dell’OCSE per la valutazione internazionale degli studenti (PISA), gli studenti sudcoreani mostrano un alto livello di rendimento scolastico in lettura, matematica e scienze.

I risultati di PISA 2015 mostrano che la Corea era tra i paesi OCSE con il punteggio più alto, classificandosi dal terzo all’ottavo posto in lettura, dal primo al quarto in matematica e dal quinto all’ottavo in scienze.


Investimenti in ricerca e sviluppo

La Corea del Sud ha un gran numero di persone di talento impegnate nella ricerca all’avanguardia. Negli istituti governativi, nelle università e anche all’interno delle numerose società coreane leader a livello mondiale, viene intrapresa una vasta gamma di progetti: dalla ricerca di base allo sviluppo di tecnologie avanzate e nuovi prodotti commerciali innovativi.

Negli ultimi anni, più ricerca e sviluppo si sono concentrati sui campi della quarta rivoluzione industriale, tra cui l’intelligenza artificiale (AI), l’elettronica, i computer, l’Internet delle cose (IoT) e i big data.

Nel 2016, il numero di ricercatori in Corea è di 461.000, pari a 13,3 ogni 1.000 persone economicamente attive. Le loro attività si traducono in numerose domande di brevetto, sia in patria che all’estero.

Seoul la prima città mondiale nel Metaverso. Fonte:Techprincess


Fonte notizie : Korean Cultural Center

https://italia.korean-culture.org/it/140/korea/41

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.