Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

Kim Min Jae “The Monster” campione sudcoreano con la maglia del Napoli

“The Monster is here”. Così la squadra del Napoli ha celebrato sui social l’arrivo di Kim Min-jae (김민재). Giovane calciatore della nazionale sudcoreana, tra i più talentuosi e apprezzati non solo in Asia ma in tutto il mondo per le sue capacità difensive, da questa estate è il primo coreano a vestire la maglia del Napoli e il terzo a giocare in Serie A dopo Ahn Jung-hwan (안정환) e Lee Seug-woo (이승우). «Voglio dare il meglio», ha affermato in conferenza stampa e nelle partite disputate finora non ha disilluso le attese, dimostrando grande determinazione, potenza e lucidità.

Negli stadi italiani, ma anche durante le prime partite di Champions League contro Liverpool e Rangers Glasgow, si è infatti distinto sin da subito per le sue ottime prestazioni, come l’incredibile azione contro l’attaccante del Milan che si è rivelata fondamentale per l’esito della partita di domenica 18 settembre. Una chiusura difensiva straordinaria che ha letteralmente elettrizzato lo stadio, diventando virale.

AFPBBNews

Alto un metro e novanta per 86 kg, Kim Min-jae è «un difensore eccezionale – secondo l’agente Kim Dong-wan che lo definiva così sulle pagine del Korea Times già due anni fa – nonostante la sua corporatura, è molto veloce. Riesce a dribblare e passare una palla lunga in maniera molto precisa e rappresenta una risorsa molto preziosa»*. Coraggioso, dotato di una fisicità imponente e deciso sul pallone, “The monster” è bravo sia difendere che a costruire gioco. Qualità e caratteristiche che ha affinato nel corso della sua carriera iniziata nelle giovanili dell’Università Yonsei e proseguita prima nella Jeonbuk Hyundai, con cui ha vinto per due volte il Campionato coreano, e successivamente giocando per il Beijing Guoan (società nella massima serie cinese), oltre a scendere in campo con la Nazionale coreana Under 23, vincitrice della Medaglia d’oro ai Giochi del 2019. Le sue prestazioni destano l’interesse dei club europei e nel 2021 arriva al Fenerbahçe, squadra turca, fino a luglio 2022 quando sceglie di indossare la maglia azzurra del Napoli.

Ciò che colpisce di Kim Min-jae, però, non sono solo le sue prestazioni in partita, ma anche e soprattutto la forte personalità che ha mostrato dentro e fuori dagli stadi sin dai suoi primissimi esordi con la maglia numero 3 del Napoli. Durante il ritiro estivo, ad esempio, è riuscito a coinvolgere tutta la squadra in un karaoke sulle note di “Gangnam Style” di PSY, integrandosi subito con gli altri giocatori e creando una sinergia percepibile anche in campo. Ma soprattutto, ha fatto breccia nei cuori dei tifosi declamando in italiano, in occasione della sua presentazione, il motto della squadra, ovvero “Forza Napoli sempre”. Non a caso la sua città di origine ha molte caratteristiche in comune col capoluogo campano: Tongyeung (통영시), affacciata sul Mar Giallo, è considerata infatti una delle località portuali più belle del Paese del Calmo Mattino, e viene chiamata dai coreani anche la “Napoli d’Oriente”. Appassionato di bici ed escursioni, Kim Min-jae è sì un gigante, ma dal cuore d’oro, legato alla famiglia e molto attivo anche nel sociale come ambasciatore della Purme Foundation impegnata nell’aiutare bambini con disabilità.

Kim Min-jae ha davanti a sé un compito non facile: prendere il posto di Koulibaly, una sfida che siamo certi “The Monster” saprà affrontare con grinta, quella stessa grinta che lo ha contraddistinto finora, e con sui saprà fare davvero la differenza! Non possiamo allora che augurargli, in coreano, 화이팅 (fighting)!

Immagini di copertina News Zum.com

Fonte articolo: Corea Today- Istituto Culturale Coreano

Autore articolo : Alessia Belli

https://italia.korean-culture.org/it/1373/board/966/read/118491

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.