Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

Luca Pisciotto: la star che vola in cielo

Luca Pisciotto 22 anni un eroe, uno vero. Un ragazzo dall’animo nobile, famoso tra i suoi coetanei grazie ai social, in particolare TikTok, seguito da 2 milioni e mezzo di follower, dove era iscritto con il nome di “Luca Itvai”. Morto il 4 febbraio, non ce l’ha fatta a sopravvivere alle 4 coltellate inflitte dall’ex compagno della madre. Luca è volato via da eroe proprio perché ha cercato disperatamente di proteggere sua mamma dalle aggressioni dell’uomo, che dopo aver tentato di colpire la donna ha rivolto l’arma contro il giovane. Luca ha avuto la peggio e le sue ferite si sono rivelate letali. L’intero mondo dei social ha versato lacrime per il giovane. 
Luca Pisciotto, era di Agrigento ma si era traferito in Belgio, nella regione di Liegi, insieme alla madre. A porre fine alla giovane vita è stato l’ex compagno della donna, Pietro Randazzo di 35 anni, già conosciuto dalle forze dell’ordine per i suoi precedenti, ha raggiunto Maddalena Sorce nella sua abitazione per “chiarire”. È iniziato tutto dalla solita “discussione”, poi la rissa, ed infine l’aggressione. Luca era in casa, ha tentato di fermare quella furia. Ritrovandosi quattro ferite profonde, inutile l’intervento dei soccorsi: le ferite erano troppo gravi ed il ragazzo si è spento subito dopo essere stato ricoverato in condizioni disperate. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario e ora sconta la sua pena. 
L’ultimo video su TikTok risale a qualche ora prima della tragedia. Nell’arco di poche ore la sezione commenti era già intasata, più di oltre 100 mila commenti. Tutti ricordano Luca come una persona buona, gentile e ambiziosa. Un ragazzo con tanti sogni e con tante passioni che si è spento prima del tempo, un uomo che ricorderemo per aver cercato di salvare sua madre. Un eroe di soli 22 anni. 
Ecco alcuni messaggi lasciati tra i commenti del suo ultimo post “Sei un esempio per tutti noi, che la terra ti sia lieve”, “Eri un ballerino fantastico, la tua morte è la cosa più ingiusta del mondo”, “Tua mamma ti ha dato vita e tu… Tu hai dato la tua vita per tua mamma. Riposa angelo.”, “Vola in alto”.

“immagine presa da ilriformista.it, articolo di Roberta Davi” 
“immagine presa da agrigentooggi.it”

Sofia Greco

Marconi-Mangano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.