Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

A Catania istituita l’Equipe Multidisciplinare Integrata ( EMI) per contrastare la criminalità minorile e la devianza.

Giovedì 27 Ottobre , presso la sala delle adunanze del palazzo di giustizia di Catania è stato firmato il protocollo per le equipe multidisciplinare integrata (EMI) al servizio dell’autorità giudiziaria. Le parti firmatarie sono: la Prefettura di Catania, la Regione Siciliana, Gli Uffici Giudiziari della Città metropolitana di Catania, Comuni capofila del Distretto socio-sanitario, ASP, l’USSM, Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza, Consigli dell’ordine di Catania e Caltagirone.

L’Asp, recependo l’analoga esperienza reggina, ha fatto assunzioni di assistenti sociali, psicologi e neuropsichiatri infantili che costituiranno un’ equipe destinata esclusivamente alla relazione con l’autorità giudiziaria. Il progetto è già stato avviato sperimentalmente con il Tribunale per i minorenni di Catania e dalla firma del protocollo è stato esteso ai tribunali della città metropolitana e di Caltagirone. È un’iniziativa voluta fortemente dal Dott. Roberto Di Bella, Presidente del Tribunale per i minorenni di Catania, in replica di quella di Reggio Calabria, ma con la previsione a Catania- forse un unicum a livello nazionale- di professionisti dell’Asp che lavoreranno solo per l’autorità giudiziaria. La riunione è stata presieduta dal Prefetto Dott.ssa Maria Carmela Librizzi a dal presidente della Corte di Appello Filippo Pennisi.

Il direttore generale Asp dott. Maurizio Lanza ha spiegato il funzionamento dell’equipe multidisciplinare. Inoltre, è stato siglato il protocollo Ciak, un processo simulato per evitarne uno vero. È un progetto destinato alle scuole anch’esso mutuato da Reggio Calabria, che vede coinvolti gli studenti per “costruire” un processo esattamente come avviene nei tribunali, prendendo anche spunto da fatti veri, e simularlo, per capire cosa significhi davvero le conseguenze che ne derivano dai reati commessi.

Foto copertina: Catania-Italiani.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.