Sicilia, prezzi folli per volare

Prezzi folli per volare da e per la Sicilia. Già nel 2020 l’allora Presidente della Regione Nello Musumeci aveva denunciato la questione parlando di una ‘Cancrena per l’isola’ in riferimento al rialzo dei prezzi praticato dalle compagnie aeree. Il Codacons ha presentato ricorso all’Antitrust evidenziando ‘Gravi distorsioni in violazione dell’art.101 del TFUE’ e lamentando in particolare aumenti ingiustificati in classe Economy per le tratte da Milano,Torino,Roma e Bologna verso Palermo e Catania e ritorno.

Prezzi folli
Fonte immagine: Professional Aviation

Asso Utenti rincara la dose parlando di ‘ Prezzi folli, gonfiati per le tratte prossime al 20 Dicembre riguardanti la Sicilia’. Desta un certo scalpore notare come un volo Roma-Palermo arrivi a costare più di una tratta da Roma a New York nello stesso periodo. Tra le compagnie citate negli esposti, soltanto Easyjet dichiara di aver agito nei limiti di legge. L’attuale Presidente regionale Schifani, a margine di un evento tenutosi presso l’aeroporto Fontanarossa giorno 28 Dicembre, ha nuovamente stigmatizzato la pratica del rialzo dei prezzi, confermando che anche la Regione Sicilia ha presentato un esposto all’autorità antitrust.

Simili decisioni prese dalle principali compagnie aeree operanti sul territorio non possono che danneggiare in maniera considerevole il turismo verso l’isola, oltre che mettere in difficoltà i numerosi studenti e lavoratori che vorrebbero passare le festività a casa e che si trovano a volte costretti a rinunciare a causa di prezzi davvero proibitivi. E’ auspicabile non solamente una diminuzione dei prezzi ma anche un aumento del numero di voli che interessano il collegamento con la Sicilia, considerando il rilievo di un aeroporto come quello di Catania che, nel 2021, è risultato essere il primo scalo italiano per traffico domestico. I siciliani sperano che le loro proteste, formalizzate attraverso i ricorsi, vengano accolte dall’autorità competente, scongiurando la possibilità di creazione di cartelli tra le compagnie aeree.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *