Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

Korean Wave o Hallyu- Come si è arrivati all’onda Coreana che sta conquistando il mondo?

Un termine ora ampiamente utilizzato per riferirsi alla popolarità dell’intrattenimento e della cultura coreana in tutta l’Asia e in altre parti del mondo, Hallyu o “Korean Wave” è apparso per la prima volta a metà degli anni ’90 dopo che la Corea ha avviato relazioni diplomatiche con La Cina nel 1992, i drammi televisivi e la musica pop coreani hanno guadagnato grande popolarità nelle comunità di lingua cinese. Quando uno dei primi drammi TV di successo, What Is Love?, è stato mandato in onda dalla CCTV nel 1997, ha avuto un’audience del 4,2%, il che significa che oltre 150 milioni di telespettatori cinesi lo hanno guardato.

La musica pop coreana, in particolare la musica dance, iniziò a guadagnare popolarità tra gli adolescenti cinesi dopo essere stata introdotta sul serio nel 1997 da un programma radiofonico chiamato Seoul Music Room trasmesso da Pechino. Il momento decisivo nell’accendere la febbre della cultura pop coreana in Cina è stato il concerto della boy band coreana HOT, tenutosi al Beijing Workers’ Gymnasium nel febbraio 2000. I notiziari coreani hanno usato il termine Hallyu, o Korean Wave, per descrivere questo concerto. La Korean Wave, riconosciuta in un articolo pubblicato dal Beijing Youth Daily già nel novembre 1999, iniziò finalmente a essere riconosciuta dagli stessi coreani da questo momento.

The Korean Wave è sbarcato in Giappone nel 2003 quando la serie televisiva KBS Winter Sonata è stata trasmessa tramite NHK. Il dramma è diventato immediatamente un mega successo, rendendo il suo eroe maschile, Yon Sama, un nome familiare, costringendo i suoi entusiasti fan giapponesi a visitare vari luoghi cinematografici, tra cui l’isola di Namiseom, in Corea.

La mania dell’onda coreana si è estesa alla cultura, al cibo, alla letteratura e alla lingua tradizionali coreani, creando sempre più appassionati. La grande maggioranza delle organizzazioni legate a Hallyu sono fan club K-Pop, ma ci sono anche varie comunità di persone interessate ai drammi coreani, al cibo, al turismo e altro ancora. A dicembre 2017, un totale di 73,12 milioni di persone in 92 paesi hanno aderito a queste organizzazioni in Asia, Oceania, Americhe, Europa, Africa e Medio Oriente.

BTS

BTS Nel 2018, la boy band BTS ha vinto il Top Social Artist Award ai Billboard Music Awards per due anni consecutivi, diventando il primo gruppo K-Pop a farlo. Con il loro album, “Love Yourself: Tear”, in cima alla classifica degli album di Billboard 200 e la sua traccia, “Fake Love”, atterrando al 10° posto nella classifica dei singoli Hot 100, i BTS sono diventati la band Hallyu di maggior successo dai tempi di Psy.

EXO uno dei gruppi di idoli più popolari che hanno affascinato il mondo con i loro balli di gruppo perfettamente sincronizzati.

K-Pop

Un’area che sta crescendo più rapidamente di qualsiasi altra è il K-Pop del 21° secolo, o musica pop coreana, che comprende dance-pop, ballate pop, techno, rock, hip-hop, R&B e così via. Guadagnando popolarità per la prima volta nell’Asia orientale, K-Pop è entrato nel mercato musicale giapponese verso la fine del 21 ° secolo ed è cresciuto da genere musicale a sottocultura tra adolescenti e giovani adulti dell’Asia orientale e sud-orientale. Attualmente, la diffusione del K-Pop in altre regioni del mondo, tramite la Korean Wave, è vista in alcune parti dell’America Latina, dell’India nord-orientale, del Nord Africa, del Medio Oriente, dell’Europa orientale e nelle enclavi di immigrati del mondo occidentale.

L’ascesa del K-Pop sulla scena mondiale è probabilmente rappresentata al meglio da Gangnam Style di Psy, che ha conquistato il mondo non appena è stata pubblicata alla fine del 2012. La canzone è stato il primo titolo K-Pop a raggiungere il numero 1 della British Official Singles Chart, ha preso il 2° posto nella Hot 100 di Billboard negli Stati Uniti e ha anche superato la classifiche in più di 30 paesi, tra cui Francia, Germania, Italia, Spagna, Russia, Canada e Australia. Il video di YouTube della canzone è stato visto da più persone di qualsiasi altro, con oltre 3 miliardi da quando il video musicale è stato rilasciato il 15 luglio 2012.

Il successo mondiale di “Gangnam Style” è stato preceduto da un’ondata di gruppi idol K-Pop in Corea del Sud come Big Bang, Girls’ Generation, 2PM, EXO, Wanna One e BTS. TVXQ, che ha innumerevoli fan fedeli in Giappone e Hong Kong, si è finalmente riunito nel 2017, dopo che i membri hanno completato il servizio militare obbligatorio. Nel 2009, il gruppo femminile di cinque membri, Wonder Girls, si è fatto strada nel mercato statunitense ed è diventato il primo idolo coreano in assoluto a entrare nella classifica Billboard Hot 100 con la canzone “Nobody”; purtroppo il gruppo si è sciolto nel 2017”.

Negli ultimi anni, i gruppi K-Pop hanno subito un cambio di generazioni, da idoli di seconda generazione, ovvero Girls’ Generation e Big Bang, a idoli di terza generazione, come BTS e TWICE, che utilizzano attivamente i social media. Anche il genere K-Pop si è diversificato con l’emergere della scena indie.

Nel maggio 2018, i BTS sono stati in cima alla classifica degli album di Billboard 200 e hanno vinto il Top Social Artist Award ai Billboard Music Awards per due anni consecutivi. I BTS stanno riscrivendo la storia del K-pop con il fervore dei loro fan devoti, che sono conosciuti collettivamente come ARMY.

fonte: El Pais

La popolarità dei cantanti K-Pop è in gran parte basata sulle loro eccellenti capacità vocali, sulla presenza scenica abbagliante e sulle esibizioni di danza ben coreografate e impeccabili, tra le altre cose. Sebbene possano sembrare a proprio agio e carismatici sul palco, la loro esibizione è il risultato di molti anni di duro lavoro piuttosto che di qualsiasi talento innato.

Le Monde, il quotidiano francese di fama mondiale, ha pubblicato un articolo intitolato “Il K-Pop arriva in Francia”, con grandi elogi per le performance dei BTS.

The Great Escape, un festival musicale tenutosi a Brighton, in Inghilterra, il 18 maggio 2017, ha organizzato “K-Pop Night Out”, che presentava diversi generi di musica K-pop, non solo limitati ai gruppi di idol. È stata un’opportunità per un’ampia varietà di artisti coreani di attirare l’attenzione dei media e del pubblico internazionali. The Great Escape, uno dei maggiori festival musicali in Europa, ha messo in mostra musicisti famosi tra cui Adele, Ellie Goulding e Ed Sheeran.

I BTS hanno creato una sensazione K-Pop che non era mai stata vista prima nel mercato statunitense. Negli Stati Uniti, dove il K-Pop è ancora lontano dal mainstream, le scene di fan americani che cantano insieme in coreano e sventolano cartelli con scritte in coreano sono state sufficienti per sorprendere il mondo. Le loro apparizioni non solo ai Billboard Music Awards, ma anche in tre importanti talk show statunitensi, come The Ellen DeGeneres Show, hanno ricevuto molta attenzione sia dagli americani che dai coreani. A soli quattro anni dal loro debutto, i BTS sono diventati l’atto K-Pop di maggior successo al mondo.

<B>Fan del K-Pop nel mondo </B>” src=”https://italia.korean-culture.org/upload/content/editImage/concert%20stadium%20original.jpg”></p>



<p><strong>Fan del K-Pop in tutto il mondo</strong><br>Nel maggio 2018, il Dream Concert 2018 ha riunito le principali star del K-Pop, con grande entusiasmo del loro pubblico globale. Una formazione all-star, tra cui Taemin, Red Velvet, NCT, GFriend, Mamamoo e Astro degli SHINee, ha riscaldato il palco del più grande concerto K-pop in Corea.</p>



<p>La formazione costellata di stelle e le esibizioni speciali di quest’anno non hanno mancato di catturare gli occhi e le orecchie dei fan del K-Pop in Corea e all’estero.</p>



<p>Tenendo fede alla sua reputazione di 20 anni, molti fan internazionali si riversano in Corea per il Dream Concert ogni anno.</p>



<p>Articolo tratto da Istituto Culturale Coreano</p>



<p><a href=https://italia.korean-culture.org/it/144/korea/46

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.