Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

I “Dolmen” coreani sono l’ottava meraviglia del mondo. UNESCO approva.

UNESCO: Dolmen di Ganghwa, Hwasun e Gochang come patrimonio culturale mondiale

Le sette meraviglie del mondo includono siti come la Grande Piramide di Giza, la Grande Muraglia cinese e Stonehenge in Inghilterra, tra gli altri. Tuttavia, i dolmen coreani non sono meno misteriosi. Circa la metà di tutti i dolmen del mondo o circa 40.000 dolmen si trovano nella penisola coreana.

Diversi manufatti, tra cui ossa umane, oggetti in pietra e manufatti di giada e bronzo, sono stati portati alla luce dai dolmen, sebbene il modo in cui pietre così grandi siano state trasportate e costruite a quel tempo rimane ancora un mistero.

In passato, i dolmen in Corea erano classificati in due categorie: il tipo settentrionale (tipo da tavolo), che include i dolmen situati a nord del fiume Hangang, e il tipo meridionale (tipo da tavolo). Tuttavia, dopo che i dolmen da tavolo sono stati trovati a nord del fiume Hangang e i dolmen da tavolo sono stati trovati a sud del fiume, le denominazioni di tipo nord / sud sono state eliminate. Nel frattempo, altri studiosi hanno aggiunto nuovi tipi a questo sistema di classificazione.

I dolmen sono spesso indicati come tombe, ma è difficile fare questa affermazione con certezza. Yi Gyu-bo, un grande studioso di Goryeo nel 12° secolo, lasciò le seguenti osservazioni sui dolmen: “La gente dice che i santi vi mettevano i dolmen nei tempi antichi. È davvero una tecnica meravigliosa (che ha permesso agli uomini di posizionare rocce così enormi in quel modo).”

Dolmen di Hwasun- fonte immagine Wikipedia

All’inizio del XX secolo, il missionario americano Horace Grant Underwood affermò che i dolmen non erano tombe ma piuttosto che erano stati messi lì per rituali sacrificali offerti agli dei della terra. Un folclorista coreano di nome Son Jin-tae ha indicato un racconto popolare in cui si credeva che i dolmen fossero le case delle streghe (Mago halmeoni nelle leggende locali).

I dolmen si trovano raramente in Cina, ad eccezione della Manciuria o del Giappone, ma se ne possono vedere molte migliaia in tutta la penisola coreana. Furono eretti nel corso di molte migliaia di anni, ma questo processo si fermò prima di Cristo. Ci sono molti misteri irrisolti che circondano i dolmen, come il motivo della loro concentrazione così grande nella penisola coreana nel nord-est asiatico e la loro connessione con quelli che si trovano in Europa o in India. L’accettazione da parte dell’UNESCO della domanda del governo sudcoreano per la registrazione dei dolmen di Ganghwa, Hwasun e Gochang nel 2000 come patrimonio culturale mondiale attesta il crescente interesse mondiale per la loro importanza nel campo dell’antropologia culturale.

Dolmen Gochang- Wikipedia

Fonte articolo e immagini di copertina : Istituto Culturale Coreano- Ambasciata Della Repubblica di Corea-

https://italia.korean-culture.org/it/167/korea/61

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.