Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

Dove e come si decide il mondiale f1 2022



  Con la vittoria in Austria di Leclerc, il Mondiale di F1 potrebbe cambiare. Verstappen guida la classifica piloti, la Red Bull quella costruttori. Un inizio di stagione favorevole per la Ferrari che viene tuttavia smentito dai 6 successi consecutivi per la Red Bull. Ora, invece, le 2 vittorie Rosse a Silverstone e Spielberg.
Nessuno dei due piloti è favorito per la vittoria di questo mondiale, per diversi motivi:
– c’è un grande equilibrio tra Red Bull e Ferrari;
– non ci sono circuiti favorevoli ad una piuttosto che all’altra, ma entrambe le vetture sembrano in ottime condizioni in tutti i GP;
– Red Bull più veloce nei rettilinei, Ferrari più veloce in curva.
Un problema che potrebbe presentarsi in casa Ferrari è quello dell’affidabiltà: l’auto si è dimostrata molto forte in qualsiasi GP ma ha molti problemi a completare le gare. Quello di Sainz in Austria è l’ultimo in ordine di tempo. Potrebbe essere un allarme in casa Rossa.






 
fonte immagine sport.sky.it
Si ritornerà in pista il 24 luglio con il GP di Francia Di seguito il calendario dei tracciati rimanenti

GP Francia, 24 luglio
GP Ungheria, 31 luglio
GP Belgio, 28 agosto
GP Olanda, 4 settembre
GP Italia, 11 settembre
GP Singapore, 2 ottobre
GP Giappone, 9 ottobre
GP Usa, 23 ottobre
GP Messico, 30 ottobre
GP Brasile, 13 novembre
GP Abu Dhabi, 20 novembre


Trionfa la Ferrari di Leclerc
 
Problemi per sainz

Il monegasco Chalres Leclerc ha vinto l’11° appuntamento del Mondiale, GP d’Austria. Dietro di lui l’olandese Max Verstappen e, in terza posizione, l’inglese Lewis Hamilton.
Chissà come sarebbe piaciuta anche a Niki Lauda una gara del genere: senza un attimo di pausa, un romanzo firmato Rosso Ferrari davanti al muro arancione di tifosi dell’olandese, che arriva secondo. Una grande superiorità fin dai primi giri quella della Ferrari che vede però il ritiro di Carlos Sainz per problemi con il motore, e che vede in difficoltà anche Leclerc negli ultimi giri del GP.





fonte immagine Motosport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.