Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

Lunedi 6 giugno 2022,Apple ha tenuto il suo Keynote annuale alla Worldwide Developers Conference.

E’ ha presentato un bel po’ di nuove feature per la maggior parte dei suoi dispositivi, come iPhone, iPad, Apple Watch e Mac.

Iphone

È stato annunciato iOS 16, la nuova versione del sistema operativo per smartphone di Apple che supporterà tutti gli iPhone a partire dall’iPhone 8. 

La sua più grande novità è sicuramente la nuova schermata di blocco, che adesso potrà essere personalizzata cambiando il colore e il font dell’orologio e aggiungendo dei widget. 

Le notifiche adesso invece di riempire tutta lo schermo compariranno solamente nella parte bassa per dare meno fastidio, e sempre nella parte bassa, avremo la possibilità di avere delle Live Activities, ovvero delle attività che potremmo tenere sott’occhio senza sbloccare il telefono, come può essere il punteggio di una partita o la riproduzione della musica. 

Dopodiché una feature molto interessante viene aggiunta in Apple Pay, ovvero la possibilità di dividere in 4 rate un pagamento senza alcuna tassa o interesse. 

L’app Wallet adesso permetterà di ottenere informazioni sul tracking di un pacco in consegna. 

Fonte:Apple

Ci sono anche un bel po’ di novità che non sono specifiche di iOS ma riguardano più in generale le varie app, come la possibilità nell’app Mappe di pianificare più fermate o le librerie condivise su iCloud per poter condividere immediatamente le foto con altre persone. 

Nelle impostazioni di iOS è stata inserita anche una nuova sezione chiamata Safety Check, che per aiutare le persone vittime di violenza domestica, in situazioni dove magari possono esserci delle password condivise, con il click di un solo tasto permette di resettare l’accesso ai propri account, bloccare la condivisione della posizione e anche limitare l’accesso a iMessage e FaceTime solo a quel dispositivo. 

C’è stato anche molto focus sulla parte della domotica, con un’app Casa rifatta da 0, e la creazione di un nuovo brand di prodotti di domotica multipiattaforma, chiamato Matter, è basato su Homekit. 

È stata presentata anche una nuova versione di Carplay che si integra meglio con tutti gli schermi delle auto che lo supportano, anche integrandosi con per esempio la radio, l’aria condizionata o la velocità. I veicoli che supporteranno questa nuova versione di Carplay saranno disponibili dall’anno prossimo. 

Apple Watch 

Anche l’orologio smart di Apple ha ricevuto degli aggiornamenti, con la nuova versione del sistema opeartivo watchOS 9. Tra le novità troviamo 4 nuove watchfaces, una nuova interfaccia per Siri e per le notifiche in arrivo, ma soprattutto nuove metriche nell’app Workout per le attività fisiche come può essere la corsa. In più, adesso l’Apple Watch potrà riconoscere quanto tempo abbiamo passato in una determinata fase del sonno, e soprattutto una delle funzioni più importanti a livello di salute, adesso riconosce il tempo passato in fibrillazione atriale per aiutare la prevenzione degli infarti. 

L’app Salute, sia su Apple Watch che anche su iPhone, adesso permette di aiutarci a organizzarci quando dobbiamo prendere dei medicinali, ricordandocelo con delle notifiche e anche valutando l’interazione tra le varie medicine o addirittura con l’alcol. 

Apple Silicon 

Dopo il successo di M1, è stato finalmente presentato il tanto atteso nuovo SoC Apple Silicon, M2. Supporta 24GB di RAM, ha 8 core (4 performance cores e 4 efficiency cores) e dovrebbe avere il 18% di prestazioni in più di M1. Apple dichiara anche che l’M2 fornisce l’87% delle prestazioni di una CPU a 12 core di Intel consumando un quarto dell’energia.  

Abbiamo anche una GPU a 10 core (2 in più di M1) con un aumento prestazionale del 25%. 

Per gli amanti del montaggio video, è presente un nuovo decoder video 8K H264, HEVC e ProRes. In altre parole, se ci renderizzate i video sopra va TANTO VELOCE. 

E Apple dove ha intensione di mettere questo nuovo M2? Beh, così come fece ai tempi con M1, ha iniziato con il MacBook Air, ridisegnandolo completamente. Adesso, in maniera molto simile al MacBook Pro da 14/16”, abbiamo un design con meno bordi nello schermo che però presenta una notch, ma a livello di porte abbiamo comunque solamente 2 USB-C, la MagSafe e un Jack delle cuffie. Apple dichiara che questo nuovo MacBook fornirà 18 ore di batteria, con in più anche il fastcharging che permetterà di caricare la batteria del 50% in mezz’ora. 

Questo MacBook Air verrà a costare $1199, mentre avremo anche il MacBook Pro da 13” sempre con M2 che però sarà esteticamente uguale al vecchio modello, e verrà a costare $1299. 

macOS

Assieme ai nuovi Mac, Apple ha presentato anche la nuova versione del suo sistema operativo desktop, macOS 13 Ventura.  

La novità principale è sicuramente lo Stage Manager, che attivato dal centro di controllo, permette di gestire le finestre in un nuovo modo, con una o più finestre principali al centro e tutte le altre finestre aperte sulla sinistra. 

Anche Spotlight, la ricerca di sistema, ha ricevuto degli aggiornamenti: ora può cercare le foto e addirittura può cercare il testo delle foto. 

In più, quando andremo a cercare informazioni, adesso la finestra sarà più grande e potrà contenere più cose. 

Dopodichè ci sono stati dei miglioramenti anche alle app integrate, come l’App Mail che ad esempio permette la pianificazione delle mail o l’annullo dell’invio, o Safari che permette di condividere in tempo reale un gruppo di finestre con gli altri. 

A livello di sicurezza, macOS 13 Ventura inizia a lavorare a una nuova tecnologia chiamata Passkey, che permette l’accesso ai siti che lo supportano senza usare la password ma usando ad esempio il TouchID.  

Questa funzionalità dovrebbe essere multipiattaforma come ci dimostrano queste immagini di un PC Windows che sicuramente rappresenta i moderni PC sul mercato… 

Dopodichè, è stata presentato Continuity Camera, che permette di usare l’iPhone come webcam, il che potrebbe fare intendere che la webcam dei nuovi Mac non sarà in realtà chissà cosa. 

Ipad

Finiamo con le novità per quanto riguarda gli iPad, ovvero quelli che a parer mio sono i dispositivi più interessanti dell’attuale lineup di Apple. 

Innanzitutto, abbiamo finalmente un’app per il meteo. Ora manca solamente che mettano una calcolatrice. 

Parlando di cose più interessanti, è stata presentata la possibilità di collaborare all’interno dei documenti di app come Pages, Numbers e Keynote in un modo molto simile a come si fa nella suite Google Docs. 

Sempre a livello di collaborazione, è stata presentata anche una nuova app chiamata Freeform, che sarà una specie di canvas dove si potrà collaborare con note, documenti e presentazioni che dovrebbe aiutare il brainstorming all’interno di un gruppo. 

In fine, anche qui su iPad è stato aggiunto Stage Manager, ma sfortunatamente solo per gli iPad dotati di processori M1. Funziona in maniera praticamente identica a macOS e permette finalmente di ridimensionare delle finestre fluttuanti su iPadOS, e soprattutto, permette finalmente di lavorare su più monitor (i recenti modelli di iPad Pro permettevano di collegare un secondo schermo, ma nella maggior parte delle applicazioni non faceva altro che duplicare ciò che avveniva nello schermo dell’iPad. 

Tutte le beta delle nuove versioni dei sistemi operativi presentati sono già disponibili per gli sviluppatori e saranno disponibili come beta pubbliche il mese prossimo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.