Presunto attentato in Germania: arrestato 32enne iraniano

Un cittadino iraniano di 32 anni è stato arrestato a Castrop-Rauxel, nel Land occidentale Renania del Nord-Vestfalia (Germania), con l’ accusa di organizzare attentati terroristici di origine islamica usando tossine letali quali cianuro e ricina, però non ritrovate all’interno della sua abitazione.

Secondo il quotidiano tedesco Bild, le autorità tedesche erano state avvertite da servizi d’intelligence stranieri sulla minaccia di un attentato terroristico “islamico” con l’uso di una “bomba chimica”. 

L’Ufficio federale della polizia criminale stava già indagando da giorni sul sospetto terrorista iraniano. 

Un «amico dei servizi segreti» avrebbe avvertito le autorità di sicurezza tedesche del pericolo di un attentato chimico.  

Momento dell’arresto – La Repubblica

«Abbiamo avuto una soffiata seria che ha spinto la polizia a intervenire quella notte», ha detto domenica mattina il ministro dell’Interno del Nord Reno-Westfalia, Herbert Reul (CDU).

L’iraniano non avrebbe agito per conto di enti statali iraniani.

Lo scrive la Dpa (Deutsche Presse-Agentur), citando fonti della sicurezza. Il 32enne è sospettato di appartenere a un gruppo terroristico sunnita. L’avvertimento su un piano dell’attentato è arrivato agli inquirenti tedeschi da “istituzioni di paesi amici”, scrive Dpa citando la procura generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *