Microsoft accusa Sony di aver bloccato l’arrivo di alcuni nuovi giochi su Xbox

Sony, in accordo con “editori di terze parti” tenterebbe di impedire l’uscita di determinati titoli su Xbox

L’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft ha avuto più problemi del previsto. L’affare da quasi 70 miliardi di dollari in realtà ha dovuto scavalcare il muro della FTC prima che potesse andare a buon fine. Nella sua ultima risposta al CMA del Regno Unito, Microsoft ha accusato Sony di aver bloccato l’arrivo di alcuni nuovi giochi su Xbox attraverso accordi firmati con editori di terze parti. Ma vediamo nel dettaglio le novità…

Microsoft: Sony sta bloccando Final Fantasy 16, Silent Hill 2 Remake e altri dall’arrivo su Xbox?

Nella sua ultima risposta alla CMA, Microsoft ha affermato che Sony bloccherà l’arrivo di alcuni giochi su Xbox attraverso accordi con “editori di terze parti”, riporta WindowsCentral. Questi sono grandi nomi come Final Fantasy 16, Final Fantasy 7R, Silent Hill 2 Remake e Bloodborne. Quella che segue è la dichiarazione ufficiale di Microsoft:

“Oltre ad avere contenuti totalmente esclusivi, Sony ha stipulato accordi con editori di terze parti che richiedono l’esclusione di Xbox dalle piattaforme sulle quali i publisher possono distribuire i propri titoli.

Alcuni degli esempi di spicco sono Final Fantasy 16 (Square Enix), Final Fantasy 7 Remake (Square Enix), Bloodborne (From Software) ed il recentemente annunciato Silent Hill 2 Remastered (Bloober Team)”.

Microsoft

Una accusa di certo pesante da parte di Microsoft, ha sicuramente avuto la possibilità di esaminare l’accordo di cui stiamo parlando prima di incolpare Sony. Tuttavia, Bloodborne è una storia diversa, essendo pubblicato direttamente da Sony Computer Entertainment, è lo stesso tipo di accordo che Microsoft ha fatto con giochi come Sunset Overdrive e Ryse: Son of Rome, entrambi pubblicati da Microsoft.

Adesso resta a Sony rispondere alle accuse generate dall’azienda di Redmond.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *