Medici asportano una granata dal cuore di un soldato ucraino

Un intervento chirurgico che si fatica a credere. Ad un soldato ucraino infatti, i medici asportano dal cuore una granata inesplosa.

L’episodio è stato raccontato su Facebook dalla vice ministra della difesa Ucraina, Hanna Maliar.

“Non tutte le ferite nella zona del cuore sono mortali. I medici militari hanno condotto un’operazione per rimuovere una granata VOG, che non si è rotta, dal corpo del soldato.”

L’operazione era rischiosa non solo per il ferito ma anche per i medici.

In sala operatoria erano presenti anche due genieri militari, che successivamente, hanno neutralizzato l’ordigno.

L’operazione è stata eseguita senza utilizzare l’elettrocoagulazione, un metodo comune per controllare il sanguinamento durante l’intervento chirurgico, perché “la granata poteva esplodere in qualsiasi momento”, ha spiegato Maliar.

“Non ci sono mai state operazioni del genere nella pratica dei nostri medici”

consigliere ministeriale per gli affari interni dell’Ucraina, Anton Gerashchenko.

Al momento il soldato è in riabilitazione e le sue condizioni sono stabili.

Raggi x del paziente-Facebook

immagine di copertina-la repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *