Covid, nuovo pericolo dalla Cina?

Nuovo pericolo covid in arrivo dalla Cina? Immagini molto simili a quelle di oltre due anni fa stanno circolando nelle ultime settimane. Immagini che raccontano di ospedali cinesi prossimi al collasso per sovraccarico di pazienti affetti da sospetto Covid. Queste notizie stanno destando preoccupazione in occidente in merito al rischio di nuove varianti che potrebbero inficiare la copertura vaccinale. Facciamo il punto della situazione, con i dati che conosciamo attualmente, per capire quali pericoli si potrebbero effettivamente correre.

Pericolo covid
Fonte immagine: Dirigenti Industria

Ad oggi la situazione italiana legata alla pandemia da Covid19 non suscita particolare apprensione, poiché risultano essere in calo sia il numero di contagi che l’indice di trasmissibilità. In Cina invece le cose sembrano andare diversamente, nonostante il governo tenda a minimizzare la portata della nuova ondata. Video e immagini circolate sui social ci mostrano strutture ospedaliere nuovamente in condizioni di grande difficoltà dettate da un sovraccarico di ricoveri da sospetto Covid.

Sebbene le fonti ufficiali interne al paese ridimensionino il problema, si teme che i casi siano molti di più di quanto dichiarato. A conferma dell’allarme destato da queste immagini si può citare la circolare del Ministero della Salute italiano che raccomanda, per il prossimo periodo invernale, un incremento delle vaccinazioni per i soggetti fragili, consigliando altresì fortemente di effettuare tamponi e sequenziamento nei casi sospetti.

I timori, associati ad un nuovo pericolo covid, riguardano la possibilità di insorgenza di nuove varianti, diverse da Omicron, che potrebbero teoricamente inficiare la copertura vaccinale faticosamente raggiunta. Perchè questa recrudescenza proprio in Cina? Gli esperti spiegano che la situazione attuale è dovuta agli errori commessi nella gestione della pandemia, in particolare il ricorso ad un vaccino rivelatosi inefficace, lo scarso numero di vaccinazioni ed eccessivi e prolungati lockdown. Tutti fattori che hanno impedito il rapido raggiungimento di un’immunità di gregge. Sul fronte italiano al momento rimane la tranquillità e l’auspicio è che possa rimanere a lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *