Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

Da Maletto la proposta di una legge regionale perchè il Consiglio dei ragazzi sia attivato in tutti i Comuni.

25 ragazzi sindaci della Sicilia al secondo  raduno regionale

Dopo la pausa per la pandemia con grande entusiasmo si è rinnovato l’appuntamento del Raduno dei Ragazzi Sindaci a Maletto, accompagnati dai rispettivi sindaci o assessori. 

Un giorno di festa di amicizia per i ragazzi provenienti dalle provincie di Trapani, Caltanissetta, Agrigento, Enna, Messina, Siracusa e Catania. 

Accolti dal Sindaco di Maletto, Giuseppe De Luca, dall’assessore Gabriella Giangreco e dal Coordinatore e fondatore dei CCR in Sicilia, preside Giuseppe Adernò. 

Accompagnato dalla banda musicale della scuola media di Maletto, il corteo dei Ragazzi sindaci con la fascia tricolore in prima fila, ha percorso la via principale del Paese, segno di festa per l’intera comunità cittadina che si prepara alla “sagra della fragola”, pregevole e caratteristico prodotto del territorio di Maletto. 

Dopo i saluti del Sindaco, dell’assessore Gabriella Giangreco, del piccolo Sindaco di Maletto, Luigi Portale è stato formulato l’augurio del Prefetto di Catania e del Presidente della Regione, che hanno sempre condiviso il progetto, e sono state formulate   puntuali considerazioni sul significato dell’esperienza del CCR che si prepara a celebrare il prossimo anno il trentennale dell’istituzione, essendo stato avviato a Motta S Anastasia nel 1993. 

Il CCR di Maletto, con la guida dell’insegnante Nerina Caruso, ha presentato il libro della Costituzione scritto a mano dai ragazzi e illustrato con disegni e commenti esplicativi sui diritti e doveri del cittadino, riservando una pagina speciale all’art. 11 “L’Italia ripudia la guerra” e tutti i ragazzi sindaci sono stati chiamati per firmare il documento. 

I Sindaci adulti e i rappresentanti delle Amministrazioni comunali di Paceco, Ravanusa, Caltanissetta,  Agira, Centuripe, Catenanuova, Francofonte, Melilli, Carlentini, Villafranca Tirrena, Falcone, San Filippo del Mela, Mazzarrone, Licodia Eubea, Bronte, Nicolosi, San Pietro Clarenza, Acicatena, Misterbianco e Catania hanno firmato la bozza di una proposta di legge regionale, “per il riconoscimento e il sostegno della funzione educativa e sociale del Consiglio comunale dei Ragazzi” 

Il testo, redatto in 7 articoli, propone che tutti i Comuni della Sicilia attivino il Consiglio comunale o metropolitano dei ragazzi, “al fine di promuovere la partecipazione dei ragazzi alla vita politica e amministrativa locale”. Vengono definiti i rapporti di collaborazione con i Comuni, i contributi previsti e l’istituzione di una “Giornata regionale dei Consigli dei Ragazzi”. 

La Regione Veneto già nell’anno 2020 ha approvato una legge con queste indicazioni ed oggi in quasi tutti i Comuni del Veneto è stato attivato il Consiglio dei Ragazzi, dando all’Educazione Civica che si studia a scuola, una concreta applicazione nella pratica di un “compito di realtà” che i ragazzi del CCR mettono in azione, imparando nel concreto i valori della democrazia e della partecipazione attiva e responsabile. 

La presenza di 50 fasce tricolori nella piazza di Maletto  sindaci adulti e sindaci ragazzi,  ha reso eccezionale e fantastico l’evento che si è concluso con il gelato alla fragola, preparato dagli studenti dell’Istituto alberghiero “G. Falcone” di Maniace, mentre in piazza un gruppo musicale ha attivato una festosa animazione con canti e balli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.