Oleo Bone
@oleobone
VoceLiberaWeb
@oleobone

25° “World Scout Jamboree”: l’evento scout mondiale in Corea del Sud

Il prossimo agosto, in Corea del Sud, si terrà il 25° “World Scout Jamboree”, un evento scout a livello mondiale che ha come obiettivo quello di unire i ragazzi di svariati paesi del pianeta.

Cosa rappresenta il World Scout Jamboree? Lo dice l’etimologia stessa della parola “Jamboree” formata da “jam” che significa marmellata, e “boree” che altro non è la storpiatura della parola “boy”, ovvero, ragazzo. L’intenzione dell’evento è appunto quella di mescolare le varie culture del mondo, offrendo ai ragazzi di età compresa tra i 15 ed i 16 anni la possibilità di vivere un vero e proprio scambio culturale.

Durante l’intero campo si svolgeranno attività prettamente legate alla natura, allo sport e, ovviamente, al mondo dello scoutismo. Lo scorso W.S.J., nel 2019, proponeva già svaghi simili, come l’arrampicata, tiro con l’arco, giochi acquatici, canoa e includeva perfino un’area interamente realizzata da costruzioni tipiche scout composte da pali in legno e corda, dove spiccava una ruota panoramica realizzata con la stessa tecnica.

Il 24° WSJ si è tenuto in Nord America, nello stato del West Virginia, e dunque molte attività sono state incentrate anche sulla presenza passata dei Nativi in quei territori (come il lancio del Tomahawk, tipica arma degli indiani d’America).

Chissà quali sorprese ha invece in serbo per noi la Corea del Sud!

Tipico dei WSJ è il “Cultural Day”, un giorno di festa fra le tende ove gli scout di ogni nazionalità possono condividere la propria cultura attraverso il cibo, le spezie e i colori.

Ovviamente in ogni Jamboree non possono mancare gli scambi di spille, adesivi, distintivi e fazzolettoni con ragazzi e ragazze di altre nazionalità, quindi preparatevi per bene prima di partire!

Le iscrizioni sono aperte ancora per poco, quindi chiedete ai vostri capi scout se siete interessati; se invece non fate parte di nessuna associazione scout è comunque possibile visitare il W.S.J. e fare una bella esperienza di condivisione e partecipazione immersi nella natura.

Valerio Balsamo

Studente Emilio greco, 4°F

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.