Oleo Bone
@oleobone

“ottant’anni dal Manifesto di Ventotene: quali prospettive per l’Europa?”

Si è appena concluso a Catania il XX Convegno dei Licei Classici Europei, al quale hanno preso
parte ben quindici delegazioni da tutta l’Italia. La splendida Aula Magna, da poco restaurata, del
Convitto Nazionale Mario Cutelli, ha fatto da cornice alla manifestazione organizzata dall’ANIES
Associazione delle Istituzioni Educative Statali. Dopo i rinvii degli anni scorsi legati alla pandemia, è ripresa la tradizione che ha visto, come di
consueto, Rettori, docenti, educatori e alunni dei Convitti ed Educandati Statali che accolgono
l’indirizzo del Liceo Classico Europeo, sviluppare analisi e riflessioni sul tema che li accomuna, l’Europa, essendo esse stesse Istituzioni che educano alla cittadinanza europea.

Il Rettore del Convitto Cutelli, prof. Stefano Raciti ha inaugurato l’evento accogliendo la
Presidente dell’ANIES dott.ssa Anna Maria Zilli, Rettrice dell’Educandato “Uccellis” di Udine, e
ricevendo le Autorità che per l’occasione hanno onorato la manifestazione: dapprima l’Assessore
uscente alla Pubblica Istruzione, Attività e Beni Culturali, Pari Opportunità, Grandi Eventi e
Politiche giovanili del Comune di Catania, dott.ssa Barbara Mirabella, e in tarda mattinata il
Presidente della Regione Nello Musumeci, che è stato accolto calorosamente nella corte del
Vaccarini, tra gli applausi degli alunni che hanno colto l’attimo per circondarlo, fare domande e
strappare una foto ricordo con lui. Nel suo discorso in Aula Magna, il Presidente Musumeci ha sottolineato quanto sia importante
parlare di Europa, soprattutto ai giovani, suoi futuri cittadini, e come la Sicilia non ne sia solo
un’appendice, bensì la porta dell’Europa sul mediterraneo, verso e per tutti i paesi che vi si
affacciano, rappresentando dunque un veicolo di scambio di culture, tradizioni, risorse, e quant’altro.

Nella fase inaugurale sono intervenuti, in modalità on-line: il dott. Benedetto Della Vedova, Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri; l’on. Marco Dreosto, Deputato del Parlamento Europeo Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare ; il prof. Piero M. Zanin, Vicepresidente della Conferenza delle assemblee legislative delle Regioni europee; il dott. Franco Brussa, Presidente AICCRE. Sono seguiti gli interventi in presenza dei ricercatori dello staff del Centro Documentale Europeo, guidati dal prof. Rosario Sapienza, e il contributo della dott.ssa Daniela Irrera, professoressa associata di Relazioni Internazionali, Dipartimento di scienze politiche e sociali dell’Università di Catania, sul tema “Dal sogno al progetto politico: il futuro dell’Europa tra speranze e sfide globali”
Partendo dal Manifesto di Ventotene e dai suoi obiettivi, i gruppi di lavoro formati da docenti, educatori e in particolare dagli studenti dei Licei Classici Europei partecipanti, hanno analizzato l’attuale situazione europea, producendo spunti di riflessione in una prospettiva che li vede futuri
protagonisti di un’Europa da costruire, arricchire e tutelare, nell’ottica fondamentale che proprio i
giovani ne siano i futuri cittadini.

La restituzione dei lavori al termine del Convegno ha consentito a tutti i partecipanti di
condividere i contributi prodotti da ognuno, in un clima denso di armonia, anche per i piacevoli
momenti di condivisione per il gruppo in queste tre giornate. Oltre ai piaceri della tavola, con le
prelibatezze preparate dallo chef del Convitto sig. Ferlito, un angolino è stato riservato anche alla
classicità che caratterizza questi Licei così speciali, classici appunto, ma proiettati verso le lingue
d’Europa: gli ospiti hanno infatti potuto ammirare la maestosità della tragedia greca per
antonomasia, l’“Edipo re” alla prima del Teatro Greco di Siracusa, portando con sé al loro ritorno
un po’ della nostra cultura e lasciando un pezzetto del loro cuore nella nostra calorosa Sicilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.